IL PROGETTO

Grazie all'esperienza e competenza di un wine&distribution expert, e con l'obiettivo di valorizzare terroirs, vitigni autoctoni e produttori che praticano una viticoltura sostenibile,
Vino Italico
dà vita a due progetti unici e innovativi.


Progetto Vini Vulcanici Italiani

Una selezione accurata di 40 aziende vitivinicole provenienti da 19 aree Vulcaniche Italiane, scelte da nord a sud, che comprendono vitigni a uve autoctone bianche e rosse. La superficie vitata su cui nascono le DOC di origine vulcanica ammonta a 17.050 ettari, per una capacità produttiva di 1.262.923 ettolitri di vino, tradotta in 150 milioni di bottiglie. Grazie anche all'impegno del Consorzio del Soave, che ha promosso questi vini a livello internazionale col marchio Volcanic Wines, il brand è in grande crescita e ha delle potenzialità immense, anche rispetto alla promozione della cultura dei vini vulcanici nel mondo.


Punti di forza

I Vini Vulcanici italiani manifestano caratteristiche organolettiche e peculiarità uniche. Rappresentano, infatti, una viticoltura artigianale ed eroica, che, unitamente ai meriti dei differenti terroirs e ai sacrifici dei produttori, regala prodotti di grande carattere, ricchi di polifenoli, minerali, sapidi.

I vini nati da suoli Vulcanici, inoltre, contengono notevoli quantità di magnesio, potassio, fosforo;mentre la materia organica dipende dall'anzianità del suolo, il quale, sulla base delle proprie caratteristiche, contribuisce a definire una identità precisa per ogni coltura. Vino Italico crede che la commercializzazione di tali prodotti, permetta di offrire un paniere che trova nella forte differenziazione di prodotto e nelle qualità organolettiche uniche i suoi punti di forza.

Intorno ai Vini Vulcanici orbita un ricco assortimento di prodotti agroalimentari eccellenti. Vino italico seleziona alcuni di questi prodotti per creare degli itinerari enogastronomici originalida offrire ai wine lovers.


Progetto "Selezione Terroirs"

Biodiversità Italiana: l'uva da vino rappresenta il 75% delle coltivazioni offrendo un patrimonio varietale unico.

Vino italico affianca ai Vini Vulcanici una selezione di 20 aziende di medie dimensioni scelte secondo i parametri di:

  • Zona vitivinicola più vocata da nord a sud;
  • Utilizzo di vitigni autoctoni;
  • Produzioni sostenibili biologiche e convenzionali che danno vita a vini naturali, con utilizzo di bassi solfiti e lieviti, privi di pratiche invasive e additivi.

L'Italia, infatti, è riconosciuta come una delle nazioni con il più alto numero di vitigni coltivabili (se ne contano più di 400). Molti di questi vitigni sono autoctoni, ovverosia nati in un territorio particolarmente vocato alla viticoltura e che continua ad essere destinato ad essa nel tempo, ottenendo così i massimi risultati, permettendo alla vite di esprimere al meglio le sue qualità organolettiche. Si parla, in questo senso, di vocazionalità di un determinato territorio rispetto a uno specifico vitigno.

Per completare l'offerta, è prevista, una selezione accurata di distillati e birre artigianali.